Roberta Soru, il foodporn, il drinkporn e il femminismo erotico

Definire l’arte è sempre un po’ difficile ma riconoscerla no, quello è abbastanza semplice. La si avverte da lontano, che sia uno schizzo di un disegno che poi diventerà illustrazione, una poesia scritta per un figlio rimasta chiusa nel cassetto o qualsiasi altra espressione artistica appena fiorita.
L’arte è dentro alcune persone. La portano in scena in diversi settori, sfruttano la loro creatività per sentirsi più piene.  È quello che succede anche a Roberta, la nostra graphic designer che per la sua natura versatile, lavora alla progettazione di siti web ma anche a quadri, libri illustrati, mostre.

Lo fa seguendo il suo istinto, portando avanti uno stile fuori dagli schemi. Oggi potrai conoscerla meglio grazie a un progetto in cui è coinvolta dedicato al foodporn, il sessismo e il femminismo erotico. Vi lascio a un tu per tu con se stessa.

***

Oggi mi racconto, mi metto a nudo come le mie muse. Vi parlerò della mia passione per l’erotismo, il cibo e l’attivismo femminista che sa di maschilismo!

Perché il mondo del porno, perché l’illustrazione erotica e il feticcio del cibo?

Quando una donna dice di non guardare i porno mente spudoratamente! Le donne li guardano, ne sono attratte ma dirlo è un tabù. L’erotismo è una forma di conoscenza di noi stesse, del nostro corpo, del nostro intimo e del nostro partner. Disegnarlo grida emancipazione, voglia di essere alla pari. Non solo fornelli e ferro per stirare, ma tacchi alti, lingerie e feticci. A molte di noi non piace il nostro corpo, perennemente a dieta amiamo e odiamo il cibo. Il cibo è desiderio e rifiuto, il cibo è un tabù.

Il porno è maschilista?

Il porno è maschilista solo quando la donna lo nega e lo rifiuta. In questi anni sempre più donne hanno utilizzato questa formula per gridare la propria emancipazione. Per protestare contro chi usa il corpo femminile come oggetto sessuale. Le donne hanno trasformato il porno e l’erotico da oggetto a strumento. Il nostro desiderio è paritario a quello degli uomini. Ci piacciono i tacchi, le calze a rete e i rossetti rossi. Non sono forse questi strumenti erotici?

Cos’è il foodporn, il drinkporn e perché farne una forma d’arte?

Sono un’illustratrice, non so usare le parole ma so rappresentare le emozioni. Il foodporn e il drinkporn sono mode nate sui social. L’irrefrenabile desiderio di far sapere a tutta la rete cosa beviamo e cosa mangiamo. Se possiamo fotografarlo e postarlo, perché non possiamo anche disegnarlo e renderlo erotico?

Cos’è Soru (Sour)?

Soru nasce come narrazione di un’infatuazione. La relazione tra una donna e un barman. I loro incontri più intimi tra Negroni, Gin&Tonic, shaker, spoon e jiggers. 10 tavole illustrate che raccontano la loro storia. È I’anagramma del mio cognome che da il nome a un cocktail. Soru è l’autobiografia di un amore, che ubriaca i sensi. Un artista racconta il mondo tramite le sue sensazioni ed esperienze. Io, ho raccontato le mie.

 

Soru

Soru

Soru

Soru

 

ctrl+f
autore

ctrl+f

Roberta ed Eleonora, due donne amanti del bello e della tecnologia. Due professioniste, due freelance che credono fermamente nelle collaborazioni online. Perennemente connesse nella giungla digitale, si nutrono di pane e pixel.

Lascia un commento