Perché creare un blog WordPress

Al giorno d’oggi, il blog è la scelta numero uno per tutti coloro che decidono di portare su internet il proprio lavoro, i propri progetti, i propri sogni. In tal senso, salta subito all’occhio il fatto che il formato blog stia superando di gran lunga il classico sito web come forma scelta per un’attività digitale.

A cosa dobbiamo questo sorpasso all’interno della sfera online? Cerchiamo di ragionare in tal senso e di individuare, di rimando, come sviluppare al meglio un blog.

Creazione di un blog: differenza con il sito web

Prima di descrivere come creare un blog, occorre dare una risposta a un’altra domanda: perché creare un blog e non un normale sito web?

A tal proposito, quello che posso fare è mettere in risalto quelle che sono le differenze tra questi due formati.

Un classico sito web non è altro che una vetrina, ovvero una serie di pagine in cui l’amministratore pubblica diversi contenuti che restano lì e su cui l’utente non può aggiungere altro. Si tratta di un rapporto unidirezionale che non può essere spezzato in nessun modo.

Il blog, invece, rappresenta un elemento di rottura rispetto a questo modello classico. Con il blog, infatti, il rapporto con gli utenti si trasforma da unidirezionale a paritario, visto che in ogni singolo contenuto l’utente ha la possibilità di far sentire la sua voce attraverso i commenti. Non solo, il blog ti consente anche di pubblicare in ordine cronologico (e continuativo) i tuoi articoli, così da dare un senso di continuità che dona un tocco dinamico al tuo lavoro.

Questa è la differenza (netta) tra blog e sito web, e visto che siamo in un’epoca in cui le interazioni contano tantissimo (per non dire tutto) è fondamentale riuscire a creare un qualcosa che stimoli l’utente a interagire direttamente con te.

Oltre a questi aspetti che ho messo in evidenza, permettimi di aggiungere altri motivi per creare un blog a cura delle simpatiche e competenti ragazze di ctrl+f, le gentili donzelle che stanno ospitando questo mio articolo.

Creare il tuo blog, inizia dalla scelta del dominio

La prima cosa da fare, prima di riflettere su tutto ciò che riguarda il blog, è il nome che si vuole dare al proprio progetto online. Si tratta quindi di individuare il nome dominio adatto, in linea con il settore di riferimento e con il tipo attività che andrai a svolgere sul blog.

Bisogna verificare la disponibilità del nome scelto, ma tutto sommato per aver un buon dominio occorre soprattutto puntare su un nome breve, chiaro, semplice da ricordare e che possibilmente sia in linea con le esigenze del settore.

Una buona idea, inoltre, è quello di scegliere un’estensione originale e che rafforzi il tuo Brand. A tal proposito, non posso fare a meno di segnalare le nuove estensioni dominio come la scelta migliore. Giusto per fare un esempio, un’estensione come il BLOG sarebbe molto più interessante rispetto a un .COM o un .IT qualsiasi.

Trova il piano hosting adatto

Una volta scelto il nome dominio, quello che devi fare è individuare la soluzione web hosting adatta per le tue esigenze. Non si tratta di una scelta di poco conto, perché sarà proprio dall’hosting che dipenderà gran parte del destino del blog.

Un hosting di qualità è in grado di dare al tuo blog delle performance di tutto rispetto, in termini di velocità di caricamento delle pagine web, così come potrà fare la differenza per quel che riguarda l’aspetto della sicurezza.

Inoltre, con un hosting che includa tra le proprie caratteristiche il Certificato SSL avrai la possibilità di avere il protocollo HTTPS, ovvero la crittografia dei dati dei tuoi visitatori richiesta espressamente da Google (che ti fornisce anche dei vantaggi per quel che riguarda l’aspetto SEO).

WordPress, la soluzione ideale per gestire questa attività

Tutto quello che abbiamo detto fino a questo momento risulta (mi auguro) abbastanza chiaro, ma bisogna ora trovare una risposta basilare a una domanda chiave: quale software utilizzare per gestire il blog?

La risposta a tal proposito è molto semplice: WordPress!

Stiamo parlando di quello che viene definito dai più come il leader assoluto della categoria, perfettamente in linea con le esigenze di chi deve portare avanti un’attività di Blogging. Un successo costruito nel corso degli anni e che si basa su delle fondamenta stabili e assolutamente inattaccabili.

Perché scegliere WordPress per il tuo blog

Ho affermato, in modo abbastanza netto, che WordPress rappresenta la scelta ideale per creare e gestire un blog. Già, ma perché?

A questo punto il mio compito è quello di dare una risposta a tale quesito, così da farti capire perché non debba esserci (nella tua mente) altra soluzione al di là di WordPress.

Se permetti, cercherò di cavarmela con il più classico degli elenchi puntati (ti svelo un segreto, questi elenchi piacciono tanto a Google):

  • WordPress è il CMS più affidabile in circolazione
  • Semplice da gestire, adatto quindi anche a chi non ha grande esperienza in campo informatico
  • Stabilità del software
  • Disponibilità dei migliori template in circolazione
  • Stretto rapporto tra WordPress e Google, questo ti garantisce dei vantaggi per la SEO
  • Innumerevoli plugin disponibili con cui poter aumentare le funzionalità del CMS
  • Aggiornamenti continui del CMS che ne migliorano la funzionalità

Insomma caro lettore, spero di averti fornito una base più che sufficiente per cominciare a farti fare un’idea sul perché tu debba scegliere WordPress.

In conclusione

Arrivati a tal punto, non posso fare altro che congedarmi e ringraziarti per il tempo che mi hai dedicato. Ringrazio ancora le ragazze di ctrl+f (fidati di me, non ci sono Web Agency che racchiudono tante competenze come questa) e ti invito a lasciare un commento.

Vuoi aggiungere qualcosa sull’argomento? Scrivimi nei commenti la tua opinione e discutiamone insieme.

Vincenzo Abate
autore

Vincenzo Abate

Classe 1984, si laurea in in Filosofia e Scienze Umane ed è da sempre appassionato di letteratura e cinema. Si occupa del blog e dei canali social del provider hosting Keliweb e ha già diverse pubblicazioni alle spalle come: “Orrori sepolti”, “Il faro della coscienza” (scritto a quattro mani con Giuseppe Oliva), la raccolta di racconti ebook “L’Estraneo nello specchio - Novelle nere” un altro ebook dal titolo “Due notti di Halloween” e la raccolta di racconti "Paura", con il servizio di autopubblicazione Youcanprint.

Lascia un commento

Seguici: